Due Cuori

Il ragazzo ha avuto coraggio,
ha pensato di gettare un sasso e di non nascondere la mano,
in fondo anche se era solo e soltanto un messaggio,
era comunque per lui un gesto inusuale e strano.

La ragazza era come un frutto con la scorza,
protetta, rinchiusa, inaccessibile ma profumata,
era dolce, ricca dentro e questa era la sua grande forza,
piano piano come una pietanza che cuoce lentamente, si è aperta e fidata.

Anche un avvenimento a prima vista negativo e che da pena,
farsi male anche se poco e col sorriso,
può diventare un libro in regalo, un gioco o una cena,
può diventare qualcosa di grosso che scoppia all’improvviso.

E quante invenzioni, quante passioni, quante idee,
sembra una fabbrica di pensieri e di arte,
fuori una, fuori due,con la forza delle maree,
cercando di non lasciarne nessuna in disparte.

E poi la prima che ha preso vita,
nata da due cuori e da quattro mani strette,
fin dal primo giorno una sfida riuscita,
“Due cuori e una lasagna”, il blog di ricette.

Pane alle erbe aromatiche

La mia prima esperienza come panificatrice è iniziata grazie a lei …
La macchina del pane.

Inizialmente ero un po scettica sul suo acquisto, pensando che permettesse di fare solo un tipo di pane “Pancarrè”, ma mi sbagliavo.

Può essere usata anche soltanto per impastare, ed eventualmente si può infornare il pane a parte, dandogli la forma desiderata, da quella dei panini, alla baguette, o alla ciabatta e cosi via.
Inoltre per lo stesso motivo, la macchina del pane può essere utilizzata per preparare l’impasto della pizza e per i dolci lievitati.
I modelli più recenti consentono di preparare anche dolci, marmellate e composte di frutta.
Molto importante secondo il mio parere è l’eventuale possibilità di preparare il pane senza glutine.
In commercio ne esistono di vari tipi, sono però in genere molto facili da usare e i risultati sono garantiti.
Occorre solo un po di pratica e l’utilizzo di ingredienti di qualità, rispettando le dosi indicate nei ricettari allegati alle macchine.Dopo un paio di prove molto deludenti, ma semplicemente perché io e la macchina dovevamo iniziare a conoscerci, adesso sforno pane quasi tutti i giorni, mi diletto in nuove ricette e spesso lo regalo ad amici e parenti che ne rimangono estasiati.

Continue reading “Pane alle erbe aromatiche”

Colombacci in umido

Mio nonno gli definiva un ” Giulebbe ” … uno dei suoi piatti preferiti che faceva preparare a mia nonna nelle grandi occasioni.

Non ho molta simpatia per questi volatili, ma quando mio padre si è presentato a casa con 4 colombacci, già spennati, aperti, eviscerati e anche ben lavati, non mi sono potuta esimere dal cucinargli …

a

Ingredienti

Solitamente si calcola 1 colombaccio a testa.

  • 4 colombacci nudi, puliti, e lavati, divisi a metà
  • 200 g di macinato di manzo
  • 200 g di macinato di vitello
  • 1 cipolla rossa
  • 2 coste di sedano e delle foglie
  • 2 carote
  • 1 spicchio d’aglio
  • salvia
  • rosmarino
  • alloro
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • concentrato di pomodoro 3/4 cucchiai

Procedimento

Mettete a bagno in acqua e aceto i colombacci per almeno due ore.
Dopodiché rosolateli in un tegame senza niente, devono spurgare tutta l’acqua e perdere il sapore di selvatico.
Quando hanno finito di spurgare tutta l’acqua e cominciano a prendere colore, toglieteli dal fuoco.
In un altro tegame, fate appassire in abbondante olio, la cipolla, il sedano, la carota e l’aglio, precedentemente tritati.
Aggiungete il macinato e fatelo dorare, a questo punto unitevi i colombacci, sfumate con il vino rosso, aggiungete sale e pepe, il concentrato di pomodoro sciolto in 2 bicchieri di acqua tiepida e i restanti aromi.
Coprite il tegame e fate cuocere a fuoco lento per circa 2/3 ore.
La carne dei colombacci dovrà risultare tenera e si dovrà staccare dall’osso.

Il sugo ottenuto potrà essere utilizzato per condire la pasta … magari una tagliatella fatta in casa.

 

 

” Tu sei la mia persona ” …

Ogni volta che crediamo di consocere il futuro, anche solo per un secondo, questo cambia.
A volte, il futuro cambia rapidamente e totalmente.
E non ci resta altro da fare se non scegliere la nostra prossima mossa.
Possiamo scegliere di avere paura, di restare fermi a tremare, senza muoverci e pensare alla cosa peggiore che potrebbe succedere.
Oppure possiamo fare un passo in avanti, nell’ignoto, con il solo pensiero che quello che accadrà, sarà fantastico.

” Tu sei la mia Persona ” …
Non sto parlando di anime gemelle.
No.
Parlo di qualcosa che ti sconvolge.
Non ti sceglie e non lo scegli.
Arriva.
Di qualcuno che entra nella tua vita e di cui poi non puoi più fare a meno.
Parlo di un amore che cresce senza che tu te ne accorga.
Un amore che quasi combatti.
Che non vuoi provare.
E gli metti i bastoni tra le ruote.
Lo allontani, lo maltratti e alla fine lo ritrovi ancora lì, davanti a te intatto, senza un graffio.
Lì che ti guarda e aspetta che tu capisca.
Parlo di qualcuno con cui il tempo non esiste.
Che ti lascia senza respiro e te lo toglie quando si allontana da te.
Diventa un esigenza fisica, una dipendenza.
Veleno e antidoto allo stesso tempo.
Parlo di qualcuno che è i tuoi pensieri.
I tuoi gesti.
I tuoi respiri.
Parlo di qualcuno che è te.
Di qualcuno che se lo guardi in silenzio, ci vedi quello che sei tu.
E che avvolte ti fa paura perchè è come guardarsi ad uno specchio, perchè ti fa riflettere, perchè capisci che devi cambiare, devi essere migliore di come sei … Perchè è la tua persona.
E se salvi lei, salvi te stessa.

( Cit.)