Colombacci in umido

Mio nonno gli definiva un ” Giulebbe ” … uno dei suoi piatti preferiti che faceva preparare a mia nonna nelle grandi occasioni.

Non ho molta simpatia per questi volatili, ma quando mio padre si è presentato a casa con 4 colombacci, già spennati, aperti, eviscerati e anche ben lavati, non mi sono potuta esimere dal cucinargli …

a

Ingredienti

Solitamente si calcola 1 colombaccio a testa.

  • 4 colombacci nudi, puliti, e lavati, divisi a metà
  • 200 g di macinato di manzo
  • 200 g di macinato di vitello
  • 1 cipolla rossa
  • 2 coste di sedano e delle foglie
  • 2 carote
  • 1 spicchio d’aglio
  • salvia
  • rosmarino
  • alloro
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • concentrato di pomodoro 3/4 cucchiai

Procedimento

Mettete a bagno in acqua e aceto i colombacci per almeno due ore.
Dopodiché rosolateli in un tegame senza niente, devono spurgare tutta l’acqua e perdere il sapore di selvatico.
Quando hanno finito di spurgare tutta l’acqua e cominciano a prendere colore, toglieteli dal fuoco.
In un altro tegame, fate appassire in abbondante olio, la cipolla, il sedano, la carota e l’aglio, precedentemente tritati.
Aggiungete il macinato e fatelo dorare, a questo punto unitevi i colombacci, sfumate con il vino rosso, aggiungete sale e pepe, il concentrato di pomodoro sciolto in 2 bicchieri di acqua tiepida e i restanti aromi.
Coprite il tegame e fate cuocere a fuoco lento per circa 2/3 ore.
La carne dei colombacci dovrà risultare tenera e si dovrà staccare dall’osso.

Il sugo ottenuto potrà essere utilizzato per condire la pasta … magari una tagliatella fatta in casa.

 

 

2 comments

  1. Eccoli i colombacci: Hanno un aspetto molto bello…succulente preciserei?

  2. Grazie Eva … finalmente sono riuscita a pubblicare la ricetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *