Ragù alla bolognese

Questa foto è dedicata a Remo e Luciana … che continuano ancora a tenersi per mano.

Il 1 Aprile del 1970 i miei genitori si sposavano.
Mio padre la sera prima del matrimonio, parlando con mia madre, esordì dicendo:
“Mi raccomando che non sia un Pesce d’Aprile, ci vediamo domani mattina in chiesa”.
Bhe che dire … uno scherzo che dura da 45 anni.

Se mi chiedete di pensare ai miei genitori, dando loro una definizione di pietanza, non ho alcun dubbio.
Definirei mio padre come un buon pane toscano e mia madre come un caldo ragù alla bolognese.  
Non so se vi è mai capitato di assaggiare del ragù caldo su una fetta di pane toscano: è senz’altro un connubio perfetto.

Ingredienti

  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla bianca
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 200 g di polpa di manzo
  • 200 g di polpa di vitello
  • 100 g  di polpa di maiale
  • 1 bicchiere di vino rosso o bianco secco
  • 1/2 bicchiere di latte intero
  • 300 g di passata di pomodoro o pelati
  • 1 bicchiere di brodo di carne
  • sale
  • pepe

Procedimento

Lavate e tritate finemente tutte le verdure.
Fatele soffriggere in un tegame capiente, possibilmente di terracotta, insieme all’olio.
Aggiungete poi la carne e lasciatela rosolare bene, finché non ci sarà più traccia dell’acqua.
Sfumate con il vino e fatelo evaporare del tutto.
Aggiungete quindi la passata di pomodoro e il brodo di carne, continuando a mescolare.
Versate il latte, il sale, il pepe e lasciate cuocere lentamente per un paio di ore mescolando di tanto in tanto.
Se necessario aggiungete dell’acqua.

 

Questa foto è dedicata a Remo e Luciana … che continuano ancora a tenersi per mano.

 

2 comments

  1. Ragù: profumo di altri tempi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *