Panzanella

In estate non c’è cosa più fresa e gustosa di un bel piatto di panzanella, o come la chiamava mio nonno “pan molle”.
Piatto povero della tradizione contadina che racchiude in se tutta l’essenza toscana.
Nato per riutilizzare il pane raffermo che veniva messo in ammollo nell’acqua, poi strizzato e condito con le verdure dell’orto.
Pane rigorosamente sciapo, cipolla, pomodori, cetrioli, conditi con aceto, olio rigorosamente toscano, sale, pepe e qualche foglia di basilico.

Ingredienti

  • 8 fette di pane toscano
  • 250 g di pomodori maturi
  • 4 foglie di basilico
  • 2 cipolle
  • 2 cetrioli
  • 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • aceto di vino bianco q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Pocedimento

Tagliate il pane a pezzetti e mettetelo in ammollo per 15 minuti in una ciotola con dell’acqua.
Private della buccia i cetrioli e tagliateli a rondelle.
Pulite la cipolla e tagliatela a fettine molto sottili.
Lavate i pomodori e tagliateli a pezzetti.
Mettete tutte le verdure in una ciotola con le foglie di basilico.
Strizzate il pane molto bene e trasferitelo in una ciotola capiente sbriciolandolo con le mani.
Adesso unite le verdure al pane e amalgamate il tutto.
Condite la panzanella con l’aceto bianco, sale, pepe e olio extravergine d’oliva.
Mescolate bene e riponete in frigo fino al momento di servire.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *