Fegatelli di Maiale alla Toscana

Quando veniva ammazzato il maiale, con il fegato e la rete dello stesso, venivano preparati i Fegatelli.
Visto che il fegato era molto grande e non poteva essere consumato subito, i Fegatelli venivano preparati, cotti e conservati sotto lardo.
Fegato, maiale, rete, una foglia d’alloro, sale, pepe, la scorza del limone quando c’era e legati con la raffia.
Adesso si cuociono nell’olio extravergine d’oliva e al posto della raffia, si usa per fermargli lo stecchino.
Piatto antichissimo della tradizione toscana spesso accompagnato dagli “erbi” (bietole, spinaci o rape).

Ingredienti

  • 500 g di fegato di maiale
  • 250 g circa di rete di maiale
  • foglie di alloro q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio extravergine d’oliva
  • Scorza di un limone grattugiata

Procedimento

Mettete a bagno la rete del maiale in acqua tiepida fino a che non diventa morbida, scolatela e stendetela su un tagliere.
Tagliate il fegato a tocchetti e insaporitelo con sale, pepe e la scorza del limone grattugiata.
Tagliate un pezzo di rete e disponeteci al suo interno il fegato, una foglia d’alloro e chiudete il tutto aiutandovi con uno stecchino.
Procedete in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti.
Mettete dell’olio in un tegame insieme allo spicchio d’aglio e adagiateci i Fegatelli, fateli rosolare rigirandoli spesso per circa 15 minuti, aggiungete mezzo bicchiere di vino rosso e fate sfumare, lasciateli cuocere ancora 10 minuti, i Fegatelli devono essere dorati fuori e dentro leggermente rosati.
Serviteli caldi accompagnati dagli erbi.

E Voi avete mai assaggiato questa prelibatezza della cucina Toscana?
Raccontatemi la vostra esperienza e casomai la vostra ricetta, lasciando un commento qui sotto.

Coralba 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *