Panzanella MangiAMI ai fiori di Nasturzio

La Panzanella Toscana è un tipico piatto povero di riciclo della tradizione contadina.
Per non sprecare il pane raffermo era consuetudine metterlo in ammollo nell’acqua, strizzarlo e condirlo con le verdure dell’orto.
La bella stagione ci regala molte cose: sole, fiori, frutta saporita, erbe profumate, verdure fresche, risveglia i sensi assopiti dall’inverno e proprio per risvegliare tutti i nostri sensi, ho deciso di aggiungere a questa panzanella, oltre alle verdure di stagione, il Nasturzio, fiore commestibile dal sapore agro, leggermente piccante e dagli effetti afrodisiaci.
Il Nasturzio ha un gusto pungente e aromatico che ricorda il rafano o il crescione, contiene vitamina C, principi attivi antibiotici e immunostimolanti, stuzzica l’appetito e stimola la digestione.
Un abbinamento perfetto per una panzanella alternativa.

Ingredienti

PER DUE PERSONE

  • 200 g di pane raffermo non salato
  • 5 pomodori Pachino
  • 1 cetriolo
  • 1 cipolla
  • acqua
  • olio EVO
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • aceto di vino
  • 5/6 foglie di Nasturzio
  • 25 Fiori di Nasturzio

Ingedienti panzanella

Procedimento

Mettete in ammollo in acqua e poco aceto il pane raffermo, rigorosamente pane toscano sciapo (non salato) e lasciatelo fino a che non diventa morbido (circa 20/25 minuti).
Adesso prendetelo con le mani e strizzatelo bene, sbriciolatelo, mettetelo in una ciotola capiente e conditelo con olio, sale e pepe.
Aggiungete adesso i pomodori maturi lavati e tagliati a tocchetti, il cetriolo sbucciato e tagliato a rondelle, la cipolla tagliata sottile e le foglie di Nasturzio tagliate grossolanamente.
Mettete in frigo a riposare per qualche ora in modo tale che il sapore di tutti gli ingredienti si unisca bene.
Toglietela dal frigo, aggiungete 10/15 fiori di nasturzio amalgamando bene il tutto e se necessario aggiustate di olio, sale e pepe.
Aggiungete aceto di vino a piacere.

ciotola di panzanella
Per la presentazione nel piatto, prendete un coppapasta rotondo e inseriteci la vostra panzanella pressando leggermente fino ad arrivare ai bordi, quindi toglietelo e decorate con dei fiori di Nasturzio e un filo d’olio Evo.
Servite fredda, anche perché se è vero quello che si dice dei fiori di Nasturzio, l’atmosfera si scalderà da sola.

Panzanella particolare

E voi avete mai usato i fiori eduli per qualche vostro piatto? 
Aspetto i vostri commenti.

Coralba

2 comments

  1. Sei un mito?

    1. duecuorieunalasagna

      Grazieeeeeeeee

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *