Crema di zucchine e basilico con gamberi e burrata

Siamo a metà Luglio e il mio orto pullula di zucchine, dopo averle grigliate, fatte ripiene, messe sottolio ecc.. ecc…, ho deciso di farne un primo piatto un po insolito, decisamente accattivante e dai sapori estivi.
Una crema da servire anche fredda, che potete preparare con largo anticipo, magari la mattina, per poi gustarla tranquillamente la sera a cena.
I miei commensali hanno gradito molto e mio figlio in questo modo ha mangiato le zucchine chiedendo addirittura il bis!

Ingredienti

  • 700 g di zucchine
  • 2 scalogni
  • olio EVO q.b.
  • 500 ml di brodo vegetale
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 spicchio d’aglio
  • 500 g di code di gambero
  • 400 g di burrata
  • basilico q.b.

 

Preparazione

Per prima cosa preparate il brodo vegetale, dopo lavate e spuntate le zucchine, poi fatele a rondelle.
In un tegame capiente mettete a scaldare l’olio con gli scalogni tritati, fateli imbiondire e adesso aggiungete le zucchine, salate, pepate e mescolate il tutto.
Lasciate cuocere per 10 minuti e aggiungete metà brodo vegetale.
Continuate la cottura per circa 20 minuti, se necessario aggiungete del brodo, quando le zucchine risulteranno morbide, frullatele con un Mixer ad immersione insieme alle foglie di basilico, se la crema appare troppo densa allungatela con un po di brodo.
Adesso mettete la vellutata a intiepidire e preparate i gamberi.
In una padella mettete dell’olio con lo spicchio d’aglio e fateci saltare i gamberi per qualche minuto, regolate di sale e di pepe.
Appena i gamberi saranno pronti, privateli dell loro carapace e a questo punto, sarete pronti per impiattare.
Versate la vostra vellutata in un piatto fondo o se preferite in una ciotola, prendete la burrata che avrete diviso in quattro parti e posizionatela al centro del piatto, fate lo stesso con i gamberi.
Un filo d’olio a crudo, due foglie di basilico come decorazione e il gioco e fatto.

Buon Appetito

Spero che proverete questa ricetta e che mi farete sapere se vi è piaciuta!

Coralba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *