Pane Integrale

“I due odori più buoni e più santi sono quelli del pane caldo e della terra bagnata dalla pioggia.”
[Ardengo Soffici]

Oggi riparto proprio da questi odori per ricominciare a scrivere sul Blog, il pane è stato uno dei miei primi amori in cucina e il primo amore si sa … NON SI SCORDA MAI!

Approfittando di una giornata piovosa e dei primi segni di un autunno quasi alle porte, ho pensato di preparare un pane che si presta molto a questa stagione, una farina 100% integrale, macinata ancora a pietra, in un vecchio mulino della mia vallata.
dopo il caldo incessante di questi mesi estivi che mi ha portato a rallentare molto la panificazione, la mia cucina riprende vita con il profumo inconfondibile del pane, il mio cuore magicamente si rasserena, trova pace e tutto torna ai suoi ritmi, lenti, pazienti, di chi sa aspettare.

Spesso mi viene chiesto un pane semplice, magari con lievito di birra perché non tutti hanno del lievito madre, ma sopratutto che non sia da impastare mille volte e che non abbia tante “pieghe”, le temute pieghe del pane che mi fanno sorridere quando mi scrivete.
Ecco, cari i miei lettori, il pane più semplice del mondo senza pieghe, un pane che … si stira da solo!

Ingredienti

  • 500 gr di farina integrale
  • 350 ml di acqua
  • 15 gr di lievito di birra
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 10 gr di sale
  • zucchero semolato

Procedimento

Iniziate con sciogliere il lievito di birra in una ciotola con l’acqua tiepida ed un pizzico di zucchero.
Incorporate adesso la farina, il sale, l’olio e iniziate ad amalgamare tutti gli ingredienti.
Impastate almeno per dieci minuti, aiutandovi eventualmente, con altra farina oppure olio in caso di necessità.
Date al vostro impasto la forma di una palla e mettetela a lievitare, coperta da un panno, in un luogo caldo e asciutto almeno per 3 ore.
Passato il tempo, prendete la palla e reimpastate il tutto per altri 15 minuti.
Date al vostro impasto la forma desiderata e mettetelo nuovamente a lievitare direttamente sulla lacca del forno per un’altra ora.
Cuocete in forno statico caldo a 180° per 30 minuti.
Per garantire la corretta umidità ponete sul fondo del forno un pentolino con dell’acqua.

Spero che questo pane vi abbia incuriosito, che proverete a farlo e che le vostre case profumino sempre di splendide emozioni!
Un abbraccio
Coralba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *